Le iniziative in archivio e quelle in corso di svolgimento.

 

 

 

Corsi estivi gratuiti 2012: Ventagli, borse e cappelli con foglie di palma. Panieri con canne e verghe di ulivo selvatico - Comunicato Stampa.

 

Anche quest’anno 2012 sono stati avviati e conclusi per il IV anno consecutivo, i corsi legati alla nostra tradizione contadina iblea, per la costruzione, nelle loro diverse forme, di “panari” con canne e verghe di ulivo selvatico nelle sur diverse forme, e la realizzazione di ventagli, borse e cappelli intrecciati con foglie di palma.
Come sempre, promossi ed organizzati dall’Associazione Culturale “Civiltà Iblea” e dall’Associazione SiciliAntica, entrambe con sede in Sortino, tali corsi sono stati svolti nei locali della Casa-Museo dell’Apicoltura Tradizionale, gestita dalla predetta Associazione “Civiltà Iblea”, alla via Gioberti, 5.
I due corsi hanno avuto la durata di una settimana ciascuno, dal 20 agosto al 1 settembre. Essi hanno trovato la piena entusiastica e proficua partecipazione degli 11 allievi, tutti iscritti all’Associazione SiciliAntica, alcuni dei quali provenienti da Siracusa.
Due sono stati gli esperti istruttori: Josephina Grasso e Paolo Birritta. La prima ha impartito lezioni per la realizzazione dei predetti articoli intrecciati con foglie di palma. L’altro istruttore si è occupato di panieri costruiti con canne e verghe.
Oltre a ricevere l’attestato finale consegnato dai presidenti delle due Associazioni, Dario Minnalà (SiciliAntica) e Beppe Giuliano (Casa-Museo dell’Apicoltura Tradizionale), i corsisti hanno tenuto per sé il loro manufatto, con l’augurio che ne possano costruire altri nella consapevolezza di aver creato un legame con un antico mondo, che se conosciuto in tempo e apprezzato, sprigiona ancora tanto fascino.

 

***

 

Corsi estivi gratuiti 2011: Ventagli, borse e cappelli con foglie di palma; e panieri con canne e verghe di ulivo selvatico.

 

Ai soci e simpatizzanti di SiciliAntica e Casa Museo dell'Apicoltura Tradizionale.
Anche quest'anno le Associazioni Civiltà Iblea e SiciliAntica Sortino organizzano i corsi estivi, che si terranno presso i locali della Casa Museo dell'Apicoltura Tradizionale, di via Gioberti 5, Sortino (SR).
I corsi che si terranno quest'anno sono:

 

- il corso per la costruzione di borse, ventagli e cappelli con foglie di palma (Istruttrice: Josephina Grasso), da giovedì 18 agosto 2011 a giovedì 25 agosto, esclusi sabato e domenica, dalle ore 18:00;

 

- il corso per la costruzione di panieri e lampadari con canne e verghe e per la costruzione di furrizzi con la ferula (istruttore: Paolo Birritta) da venerdì 26 agosto 2011 a venerdì 2 settembre 2011, esclusi sabato e domenica, dalle ore 18:00.

 

Da un lato, la Casa Museo, sia pure ricostruita con fedeltà storica, ripropone il laboratorio delle arnie e della smielatura dei favi. Unica nel proprio genere nell’ambito del Mediterraneo, essa, quale realtà museale vivente, oltre all’impegno turistico va esprimendo nel tempo attività e iniziative per la tutela non solo della nostra antica apicoltura iblea, ma anche della nostra civiltà contadina considerata nelle sue varie manifestazioni. Dall’altro lato la sezione di SiciliAntica di Sortino si spende, con successo e con le tantissime adesioni, per la scoperta, la tutela e la valorizzazione dei Beni Culturali ed Ambientali a livello archeologico, storico e turistico del nostro territorio. Le due associazioni a motivo dell’iniziativa dei corsi “Panieri, canne e verghe” e “Ventagli, borse e cappelli”, si incontrano sul piano della collaborazione per valorizzare e inculcare il senso del rispetto delle nostre radici, della nostra cultura e del nostro territorio.

Il secondo corso, dalla durata di circa una settimana, riguarderà, come i precedenti anni, il modo di costruire con canne e verghe di ulivo selvatico panieri e cesti. Le lezioni saranno tenute anche quest’anno dall’istruttore sig. Paolo Birritta, che ancora una volta ha mostrato una notevole e proficua esperienza nel metodo didattico.

 

Primavera-Estate 2011: Attività Turistiche a Sortino

 

La Casa Museo dell'Apicoltura Tradizionale, 'A Casa dò Fascitraru, invita i suoi visitatori e turisti a prender parte ai pacchetti turistici promossi da realtà turistico-culturali di Sortino. Di seguito due pacchetti turistici.
Info: 0931/953989 (Agenzia viaggi Pantalicando)

 

SORTINO DA VIVERE

***
1 giorno (Domenica)

Arrivo dei partecipanti a Sortino, punto d’incontro Piazza Giovanni Verga: Sortino, famosa soprattutto per la sua vicinanza alla Necropoli di Pantalica, possiede anche un patrimonio culturale di non minore importanza. Sortino vanta anche antiche tradizioni nell'attività apicola e nella produzione di mieli. La Sagra del Miele è la più importante manifestazione per la valorizzazione delle maggiori risorse e prodotti del territorio, la più antica in provincia. Il miele ibleo è quello cantato da Virgilio, Ovidio, Teocrito ed ogni anno gli apicoltori, i "fasciddari", con un'arte fatta di gesti antichi offrono ai visitatori uno spettacolo unico.

Trasferimento alla Riserva Naturale Orientata di Pantalica e Valle dell’Anapo. Visita guidata della Necropoli di Pantalica/Valle dell’Anapo; in particolare si osserveranno: la Necropoli Nord, la confluenza del Calcinara nell'Anapo – uno dei posti più suggestivi dei Monti Iblei –, chiesette rupestri, la Sella di Filiporto e l'Anaktoron.

Al termine della visita guidata trasferimento al Frantoio Oleario: nel rispetto della tradizione familiare e accesi dall'amore per la terra, l’azienda produce nel proprio frantoio un olio di qualità eccellente che mantiene le caratteristiche originarie e peculiari del frutto. Pranzo degustazione prodotti tipici iblei, tra cui: olio extravergine d’oliva; formaggi; conserve; miele; carni locali.

Nel pomeriggio visita guidata della Casa Museo dell’Apicoltura Tradizionale “A casa do Fascitraru”: in origine era il laboratorio delle arnie e della smielatura dei favi. La Casa Museo, ricostruita con fedeltà storica, unica nel proprio genere nell'ambito del Mediterraneo, è meta di numerosi visitatori: scuole, famiglie, giovani, anziani, ed è oggetto di studio delle Università e dei Ricercatori.

Al termine, visita guidata del Museo dei Pupi: “L’Opera dei Pupi”, patrimonio della cultura locale e non solo, è stata riconosciuta nel 2001 dall’UNESCO Patrimonio immateriale dell’Umanità, avvertendosi l’obbligo morale di tramandare alle future generazioni un’arte popolare di indubbia valenza storica e culturale. Spettacolino opera dei pupi su richiesta , possibile per min. 20 pax
Tempo a disposizione.
Fine dei nostri servizi.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE SERVIZI INDIVIDUALE (IVA esclusa)  € 39,00

SORTINO DA VIVERE

2 GIORNI, 1 NOTTE

Arrivo dei partecipanti a Sortino, punto d’incontro Piazza Giovanni Verga: Sortino, famosa soprattutto per la sua vicinanza alla Necropoli di Pantalica, possiede ancheun patrimonio culturale di non minore importanza. Sortino vanta anche antiche tradizioni nell'attività apicola e nella produzione di mieli. La Sagra del Miele è la più importante manifestazione per la valorizzazione delle maggiori risorse e prodotti del territorio, la più antica in provincia. Il miele ibleo è quello cantato da Virgilio, Ovidio, Teocrito ed ogni anno gli apicoltori, i "fasciddari", con un'arte fatta di gesti antichi offrono ai visitatori uno spettacolo unico.

Operazioni di check-in in camere riservate presso hotel 4* situato nel centro della cittadina.

Trasferimento con mezzo proprio alla Riserva Naturale Orientata di Pantalica e Valle dell’Anapo. Visita guidata della Necropoli di Pantalica; in particolare si osserveranno: la Necropoli Nord, la confluenza del Calcinara nell'Anapo – uno dei posti più suggestivi dei Monti Iblei –, chiesette rupestri, la Sella di Filiporto e l'Anaktoron.

Al termine della visita guidata trasferimento al Frantoio Oleario: nel rispetto della tradizione familiare e accesi dall'amore per la terra, l’azienda produce nel proprio frantoio un olio di qualità eccellente che mantiene le caratteristiche originarie e peculiari del frutto.Pranzo degustazione prodotti tipici iblei, tra cui:olio extravergine d’oliva; formaggi; conserve; milele; carni locali.

Nel pomeriggio visita guidata della Casa Museo dell’Apicoltura Tradizionale “A casa do Fascitraru”: in origine era il laboratorio delle arnie e della smielatura dei favi. La Casa Museo, ricostruita con fedeltà storica, unica nel proprio genere nell'ambito del Mediterraneo, è meta di numerosi visitatori: scuole, famiglie, giovani, anziani, ed è oggetto di studio delle Università e dei Ricercatori.

Al termine visita guidata del Museo dei Pupi: “L’Opera dei Pupi”, patrimonio della cultura locale e non solo, è stata riconosciuta nel 2001 dall’UNESCO Patrimonio immateriale dell’Umanità, avvertendosi l’obbligo morale di tramandare alle future generazioni un’arte popolare di indubbia valenza storica e culturale. Spettacolino opera dei pupi su richiesta (possibile per min.- 20 pax paganti)Tempo a disposizione.

Cena presso tipica pizzoleria sortinese.

Pernottamento in hotel.

2° GIORNO:

Colazione in hotel.
Operazioni di check-out.
Visita guidata di Sortino antica: il Convento dei Padri
Cappuccini, l’Antico Opificio, l’Antico Frantoio,  le Antiche Abitazioni, le botteghe conciarie, le grotte rupestri, antiche cappelle sono solo alcune delle bellezze visitabili.
Pranzo in agriturismo.
Partenza alla volta della Riserva Orientata Naturale di Pantalica e Valle dell’Anapo. Visita guidata della Valle dell’Anapo: in particolare si osserveranno l’antico tracciato della ferrovia Siracusa-Vizzini che costeggia il fiume Anapo; alcune gallerie;chiesa di San Nicolicchio; la vecchia stazione di Pantalica; Fontana del Giglio; Case Specchi;
l’antico Frantoio.
Tempo a disposizione.
Fine dei nostri servizi.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE SERVIZI INDIVIDUALE (IVA esclusa)  € 119,00

LA QUOTA COMPRENDE

• Soggiorno in hotel 4* in camere doppie.
• Trattamento di pensione completa con pranzi e cene in ristoranti come da programma.
• Quota di servizio
Pranzo degustazione presso Frantoio Oleario
• Ingressi
• Servizio guide  per visite ed escursioni, come da programma.
• Assicurazione
• Numero di cellulare di emergenza, attivo per tutta la durata del viaggio.
• Documentazione di viaggio.

LA QUOTA NON COMPRENDE
• Pranzi, bevande; mance; extra e quanto non indicato espressamente in programma e alla voce “la quota comprende”.
• Quotazione trasferimenti dal luogo di partenza su
richiesta
Spettacolino opera dei pupi su richiesta 8possibile per minimo 20 pax paganti, supplemento prezzo 3.00 a pax

NOTE OPERATIVE
• Quota calcolata su minimo 8 pax paganti (e/o multipli).
• Equipaggiamento consigliato: scarpe comode o da trekking/ginnastica, cappellini, acqua.

DATE DI PARTENZA 2011
DA  MAGGIO A SETTEMBRE 2011

 

 

***

 

Natale 2010: Presepe 

La Casa Museo dell'Apicoltura Tradizionale, 'a casa dò Fascitraru, espone, all'interno dei propri locali, un presepe nei giorni del periodo natalizio.
Il presepe è visitabile su appuntamento ed è aperto al pubblico il sabato ore 18-20, la domenica e i festivi ore 11-13 e 18-20.

 

***

 Agosto 2010: Corsi teorico-pratici "Panieri,canne e verghe" e "Ventagli, borse e cappelli"

 

Iniziati il 17 agosto, si sono conclusi il 31 agosto 2010, i corsi teorico-pratici “Panieri, canne e verghe ” N. 2 e “Ventagli, borse e cappelli” con foglie di palma organizzati dall’Associazione Culturale “Civiltà Iblea” e dall’Associazione SiciliAntica, entrambe di Sortino. Tali corsi si sono svolti nella Casa Museo dell’Apicoltura Tradizionale di Sortino, della predetta associazione “Civiltà Iblea”, alla via Gioberti 5.
Da un lato, la Casa Museo, sia pure ricostruita con fedeltà storica, ripropone il laboratorio delle arnie e della smielatura dei favi. Unica nel proprio genere nell’ambito del Mediterraneo, essa, quale realtà museale vivente, oltre all’impegno turistico va esprimendo nel tempo attività e iniziative per la tutela non solo della nostra antica apicoltura iblea, ma anche della nostra civiltà contadina considerata nelle sue varie manifestazioni. Dall’altro lato la sezione di SiciliAntica di Sortino si spende, con successo e con le tantissime adesioni, per la scoperta, la tutela e la valorizzazione dei Beni Culturali ed Ambientali a livello archeologico, storico e turistico del nostro territorio. Le due associazioni a motivo dell’iniziativa dei corsi “Panieri, canne e verghe” e “Ventagli, borse e cappelli”, si incontrano sul piano della collaborazione per valorizzare e inculcare il senso del rispetto delle nostre radici, della nostra cultura e del nostro territorio.
Il primo corso, dalla durata di una settimana, ha riguardato, come l’anno scorso, il modo di costruire con canne e verghe di ulivo selvatico panieri e cesti. Le lezioni sono state tenute anche quest’anno dall’istruttore sig. Paolo Birritta, che ancora una volta ha mostrato una notevole e proficua esperienza nel metodo didattico.
L’altro corso dalla durata di una decina di giorni è consistito nell’apprendimento dell’intreccio di foglie di palma per la produzione di ventagli, borse, cappelli od altro. Il sig. Luigi Di Pietro è stato l’istruttore di questo corso ed ha saputo stimolare l’adeguata manualità dei giovani e dei ragazzi, che si sono dimostrati attenti e motivati allievi.
I partecipanti al corso dei panieri non solo hanno ricevuto le opportune lezioni dall’istruttore, ma si sono recati con lui in diversi uliveti del territorio di Sortino per imparare a scegliere le verghe adatte.
Invece per il reperimento delle foglie di palma, gli allievi si erano già recati nel mese di maggio in quell’unico terreno dove abbondano le palme. Lì con acribia ne furono tagliati un certo numero di rami, messi quindi ad essiccare in un ambiente asciutto, ma ventilato. Poi il primo giorno di lezione i corsisti e il loro istruttore hanno strappato dai rami delle palme le foglie, ormai asciutte pronte all’intreccio, dopo ulteriori brevi interventi.
Pertanto, oltre a ricevere l’attestato finale, i corsisti hanno tenuto per sé il loro manufatto, quale stimolo per costruirne altri, nella consapevolezza di aver creato un legame con un antico mondo ormai al tramonto, che se conosciuto in tempo ed apprezzato, sprigiona ancora tanto fascino.
Inoltre i due corsi non solo hanno trovato la piena, entusiastica e proficua partecipazione degli aderenti e la totale approvazione dei tanti “curiosi” venuti nella Casa Museo per osservare quelle dita che intrecciavano canne, verghe o foglie di palme, ma anche hanno gradito la visita del dott. Massimo Ilari, direttore di APITALIA rivista internazionale di apicoltura, e del ragioniere Paolo Pagliaro, presidente dell’Associazione Apicoltori Sortinesi.

 

 

***

 Agosto 2010: Iniziate la vostra Luna di Miele
con le più belle foto nel …Museo del Miele!

 

Aspettiamo i novelli sposi nella Casa Museo dell’Apicoltura Tradizionale, ’A Casa dô fascitraru, dove potranno immortalare, attraverso gli scatti dei loro fotografi, i felici momenti del loro Matrimonio, in qualsiasi periodo dell'anno, previa prenotazione.  Per ulteriori delucidazioni contattare i numeri:

333 / 900 38 16;

0931 / 952992


 

 

***

17 - 31 Agosto 2010: Corso pratico per l'antica produzione di ventagli, borse e cappelli e

Corso per la realizzazione di antichi panieri, ceste, ecc. con canne e verghe di ulivo.

 

La Casa Museo dell'Apicoltura Tradizionale, 'A Casa dò Fascitraru, di Sortino (SR) e SiciliAntica - Associazione per la tutela dei Beni Culturali ed ambientali - Sezione di Sortino, organizzano un Corso pratico di intreccio di foglie di palma per l'antica produzione di ventagli, borse e cappelli.
Il Corso avrà luogo in Sortino nella predetta Casa Museo, in via Gioberti 5, dal 23 al 31 agosto 2010, dalle ore 17:30 alle 19:30.


Dal 17 al 21 agosto 2010 viene invece ripetuto il Corso svolto con successo nell'agosto dell'anno scorso per la realizzazione con canne e verghe di ulivo selvatico di antichi panieri, ceste, ecc. nei locali della suddetta Casa dò Fascitraru, dalle ore 17:30 alle 19:30.
La partecipazione ai suddetti corsi comporta l'assicurazione contro gli infortuni, garantita dall'iscrizione a Socio Ordinario di SiciliAntica, attraverso il pagamento di € 35,00.

Per ulteriori informazioni contattare:
Dott. Francesco Giuliano al 333/900 38 16
Beppe Giuliano al 339/84 20 366

***

Giugno 2010: nuovo indirizzo e-mail

Per qualsiasi informazione su visite guidate, curiosità, eventi relativi alla Casa Museo dell'Apicoltura Tradizionale è nato il nuovo indirizzo e-mail: casamuseoapicoltura@gmail.com

                                                         ***

Marzo 2010: Messa in suffragio di Nunzio Bruno

         SiciliAntica e Casa Museo dell'apicoltura tradizionale " 'a Casa dò Fascitraru" promuovono una Messa in suffragio dello scomparso Nunzio Bruno, la quale si svolgerà venerdì 05 marzo 2010 alle ore 18:00, presso la Chiesa Madre di Sortino.

Nunzio Bruno

Sortino 14 agosto 1936 - Floridia 4 luglio 2009

 

 

 

***

 

Ottobre 2009: la Casa Museo è pure su Facebook.com

 

Dal 15 ottobre 2009 è attivo, sul sito www.facebook.com, il Gruppo su Facebook relativo alla Casa Museo dell'Apicoltura Tradizionale. Nelle pagine dedicate al Gruppo è possibile trovare delle informazioni che riguardano la Casa Museo, una bella ed aggiornata galleria fotografica, le iniziative in corso, e i numerosi sostenitori della Casa dò Fascitraru.

 

***

 

Agosto 2009: Corso per la costruzione di panieri

con canne e verghe.

         La Casa Museo dell’Apicoltura Tradizionale “’A Casa dô fascitraru” e la sezione di Sortino di SiciliAntica di Sortino - Associazione per la tutela e la valorizzazione dei Beni Culturali ed Ambientali - hanno organizzato un corso per la costruzione, con canne e verghe, di panieri, cesti od altro, tipici della nostra antica civiltà contadina.
        Detto corso, che si è svolto dal 24 al 31 agosto 2009, è stato tenuto dall'esperto istruttore Paolo Birritta, presso i locali della predetta Casa Museo dell’Apicoltura Tradizionale in Via Gioberti 5, Sortino.

 

        Di seguito il COMUNICATO STAMPA, inviato alle maggiori testate locali dopo la conclusione del predetto corso.

         Si è concluso il 31/08/09 il corso “Panieri, canne e verghe”, riguardante la costruzione con canne e verghe di ulivo selvatico di panieri, ceste, cestoni od altro, tenuto dal signor Paolo Birritta, che ha saputo tramandare a quindici giovani di SiciliAntica della sezione di Sortino, uno dei tanti momenti della nostra civiltà contadina, della quale la Casa Museo dell’Apicoltura Tradizionale insieme con SiciliAntica di Sortino si propone di conservare e trasmettere la memoria.
         Il corso, che ha avuto inizio il 24 agosto u.s. si è svolto nei locali della Casa Museo dell’Apicoltura Tradizionale di Sortino, siti in via Gioberti 5 ed ha trovato la piena , entusiastica e proficua partecipazione degli aderenti e la totale approvazione dei tanti “curiosi” che hanno visto nell’iniziativa di tale corso un’occasione per non far morire nel futuro fagocitante uno degli aspetti delle nostre radici contadine non molto lontane da noi nel tempo, ma quasi dimenticate dai giovani d’oggi.
         Anche gli sponsor hanno aderito con il loro sostegno economico all’iniziativa con l’intento di far sopravvivere ciò che fino a circa cinquant’anni fa faceva parte della nostra cultura.
         I partecipanti al corso prima di iniziare ad intrecciare canne e verghe con le loro mani, non solo hanno ricevuto lezioni adeguate dall’istruttore, ma anche si sono recati con lui in diversi uliveti del territorio di Sortino per imparare a scegliere le verghe adatte. Così, oltre a ricevere l’attestato finale, i corsisti di SiciliAntica hanno portato con sé il loro manufatto, quale stimolo per costruirne altri, nella consapevolezza di aver creato un legame con un mondo che, se conosciuto ed apprezzato, sprigiona ancora tanto fascino.
         La Casa Museo dell’Apicoltura Tradizionale, che anche in termini turistici e culturali, si colloca pienamente nella linea di salvaguardia e tutela della nostra civiltà contadina - nel caso specifico della nostra antica apicoltura iblea -, e la sezione di SiciliAntica di Sortino che si spende per la scoperta, la tutela e la valorizzazione dei Beni Culturali ed Ambientali sul piano archeologico, storico e turistico del nostro territorio, raccolgono con l’iniziativa  del corso “Panieri, canne e verghe”, il desiderio di immortalità alla quale l’ultima generazione anziana di contadini aspira.
         Altre iniziative, riguardanti la sopravvivenza della nostra civiltà contadina, potranno essere svolte dalle due associazioni nel prossimo futuro.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Homepage gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!